“Cittadinanza & Costituzione” per Persone Immigrate

 

Una grossa novità.

Si chiama permesso di soggiorno a punti: gli immigrati hanno cioè l’obbligo di seguire corsi di Costituzione ed educazione civica italiana. Obiettivo: l’integrazione, anche culturale, dello straniero. Lo strumento: corsi di “Cittadinanza e Costituzione” tenuti da docenti universitari, magistrati ed avvocati.
E a Pavia l’Unione Giuristi Cattolici “Beato Contardo Ferrini” e l’Associazione Consumatori Disabili hanno organizzato uno dei primi corsi in Italia, col sostegno dell’Assessore ai servizi sociali del Comune, Sandro Assanelli, e l’accreditamento della Prefettura.
“Il permesso di soggiorno a punti – dice Marco Ferraresi, presidente dei Giuristi cattolici e co-direttore del Corso – va considerato non come un ulteriore appesantimento burocratico, ma nello spirito della Carta dei Valori del Ministero dell’Interno (v. qui). E’ l’occasione per condividere con chi viene da lontano i valori che fondano una autentica convivenza civile: la tutela della vita umana, della famiglia fondata sul matrimonio, della libertà religiosa, della dignità del lavoro”.
Co-direttore del Corso è anche Lorenzo Pernetti, presidente dell’Associazione Consumatori Disabili e giudice onorario del Tribunale di Pavia: “Il multiculturalismo puro – afferma – lascia ogni etnia a se stessa, separata dalle altre. E’ un modello che alla lunga può portare a conflitti sociali gravi. Chi viene nel nostro territorio invece assume non solo il diritto alla propria identità, ma anche i doveri della convivenza generale. Educare alla Costituzione significa anzitutto educare alla legalità”.
Il Corso partirà sabato 5 maggio. Si svolgerà tutti i sabati di maggio, dalle ore 9 alle ore 12, presso la Sala San Martino di Corso Garibaldi 69, Pavia. E’ gratuito e per le iscrizioni è sufficiente inviare una mail all’Avv. Mariateresa Minniti dei Giuristi Cattolici: avv.minniti@libero.it
Tra i relatori, i prof. Elisa Signori e Gianfranco Garancini, l’Avv. Paolo Panucci, i dott. Cesare Beretta, Cesare Varalda e Giuseppe Tallarico.

V. qui La Provincia Pavese del 28.4.2012

Di seguito, locandina e programma: CORSO IMMIGRATI MAGGIO 2012

Il Lavoro dei Disabili

 

Lavoro e Disabilità.

Chi è il “disabile” per il diritto? E per il diritto del lavoro? Come e in che limiti è possibile garantire una occupazione ai lavoratori disabili? Quale è il ruolo dei servizi ispettivi e dei servizi per l’impiego?

Sono le domande a cui tenteranno di rispondere i relatori del nostro convegno di mercoledì 9 maggio 2012, dalle ore 15 alle ore 18, in Aula Volta della Università di Pavia. L’evento è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Pavia per 3 CFP.

I posti sono quasi esauriti, dunque è prevista una significativa partecipazione di pubblico.

Di seguito la locandina: IL LAVORO DEI DISABILI

Messa e film sulla famiglia

 

Lunedì 16 aprile si è tenuto un bel momento di fraternità della nostra Unione.

Alle 18.30, presso l’altare del nostro Beato Patrono Contardo Ferrini nella Chiesa del Carmine di Pavia, il consulente ecclesiastico Don Giovanni Lodigiani ha celebrato la Santa Messa, in ringraziamento dei tanti benefici che abbiamo ricevuto nell’associazione e per tutta la Unione nazionale. Ha concelebrato il nostro Don Carlo Maria Donati (Libretto Messa 16.4.12).

Quindi, presso la sede dell’Opera Bianchi, ci siamo deliziati con un ricco rinfresco preparato dalle nostre Mariateresa e Sandra.

Abbiamo poi visto un bel film, in preparazione all’Incontro Mondiale delle Famiglie di Milano con il Papa, al quale parteciperemo. Fabio, esperto di cinema, ci ha introdotto “Il ragazzo con la bicicletta”, uno dei film consigliati dall’organizzazione dell’Incontro Mondiale (v. qui i film con le relative schede).

Dopo di esso, abbiamo condiviso le nostre impressioni. Il pensiero comune, tra i tanti interventi, è stato questo: la famiglia è sempre sullo sfondo della persona, sempre nel suo orizzonte esistenziale. Anche quando essa manca o è fragile.

Resoconto del convegno sul consenso informato

 

V. IlTicino6.4.12

E’ stato un convegno appassionato e appassionante, quello tenutosi sabato 31 marzo 2012 in Aula Volta dell’Università di Pavia, sul tema “Consenso informato: patto dell’alleanza terapeutica”, con una buona partecipazione di pubblico, soprattutto di giuristi.

Massimo Gandolfini ha attirato la nostra attenzione di giuristi: egli, da medico esperto di gravi disabilità, ha infatti partecipato ad alcune audizioni al Senato sul disegno di legge in tema di dichiarazioni anticipate di trattamento.

Catia Tamai ha trattato del ruolo dell’ostetrica nell’informazione preventiva al consenso, in particolare con un interessante riferimento alla donazione del sangue placentare.

Gloria Pelizzo si occupa di bambini “non perfetti”. Il suo intervento si è incentrato sulla comunicazione con i bambini e con i loro genitori, anche con toccanti testimonianze personali.

Mauro Ronco ha rappresentato i rischi della dilatazione del principio di autodeterminazione sulla tenuta complessiva dell’ordinamento giuridico.

Maria Assunta Zanetti, come presidente del CAV Pavia, ha introdotto il convegno e Marco Ferraresi, come presidente dell’UGC Pavia, ha tenuto un intervento conclusivo di sintesi.

Di seguito alcune immagini: